Skip to content

monasterocarpineto

Home Vocazione Teresa
Teresa PDF Stampa E-mail
Mi chiamo Maria Teresa e ho iniziato il mio postulandato presso il Carmelo S. Anna il 27 aprile del 2013.
Ho conosciuto le sorelle del Carmelo per la prima volta ad ottobre 2012,  giunta qui dopo aver visto il monastero su uno dei mezzi oggi più frequenti anche per un cammino come il mio, ovvero sul loro sito internet.

L'arrivo al Carmelo non è stato il frutto di un momento improvviso ma direi la tappa di un cammino che ho fatto, non sempre consapevolmente, ma sempre guidata dal Signore:  questo cammino è iniziato nel marzo 2003, anche se fino almeno al 2011 non ho mai compreso con quanta cura e quanta grazia il Signore mi conduceva operando nel mio animo attraverso le varie vicende della mia vita. E così è successo che, benché non consapevole della sua Presenza, io -che mi ero molto allontanata dal Creatore- ho cominciato a ricercarlo.

Più con progressive scelte di vita -di cui ho solo dopo capito il valore ed il senso nel disegno che Dio aveva per me- che con atteggiamenti,  diciamo "ufficiali" di riavvicinamento.

Dal 2011  però l'intervento del Signore si è a me progressivamente mostrato sempre più chiaro: l'inquietudine che da sempre portavo nel cuore e che non mi lasciava appagata della vita che conducevo, benché apparentemente avessi "tutto" secondo i criteri del mondo -ho lavorato come avvocato in uno studio con altri colleghi fino ad alcuni giorni prima di entrare in Monastero-, nè mai in pace qualunque strada prendessi, si è fatta più accesa ma più chiara.

Sentivo che non potevo più vivere per me sola; avvertivo l'esigenza quasi irrazionale di spendere la mia vita per gli altri. Si riaccese così in me il desiderio di partire come volontaria in missione in Africa: tuttavia benché molte porte si fossero socchiuse per questo, nessuna si aprì.

L'intensità del mio bisogno di "qualcosa" cresceva:  si aprì la possibilità di andare a fare una settimana di esercizi spirituali con i Gesuiti a Napoli nell'agosto 2011. Pur non sapendo neanche di cosa si trattasse sentivo forte di dovere andare "almeno" là. Così è iniziato il mio cammino di progressivo discernimento, si dice, di ciò che si agitava nel cuore sotto la guida un padre gesuita.

La presenza del Signore che mi aveva seguita senza mai stancarsi, senza mai offendersi dei miei allontamenti e che aveva veramente accompagnato i mie passi precedendoli o venendomi a riprendere quando non mi ascoltavo profondamente ed andavo per strade non felici per me, si è fatta sempre più chiara.

E così cresceva anche la conoscenza di una realtà viva, come è il nostro Dio, che davvero non vive isolato nei cieli ma veramente al nostro fianco.  La scoperta, difficile da spiegare, di una Persona viva in noi ed attorno a noi vestita solo di un amore folle per noi che ci previene sempre, non solo all'inzio del nostro cammino, ma in ogni momento, mi ha fatto innamorare e comprendere
ogni giorno di più come con Lui potevo realizzare quel desiderio che da sempre mi inquietava perchè voleva essere ascoltato:
essere amata immensamente e con questo Amore immensamente amare.  Così sono giunta al Carmelo: condotta per mano. Qui il Signore Gesù ogni giorno mi mostra per dove seguirlo. Sabato 7 febbraio 2015 ho emesso i voti temporanei.


sr Maria Teresa del Buon Pastore, monaca carmelitana