Monastero Carmelo Sant'Anna

Carpineto Romano

Capitolo Generale dell’Ordine Carmelitano

Voi siete miei testimoni (Is 43,10); da una generazione all’altra: chiamati ad essere fedeli al nostro carisma carmelitano.

Dal 9 settembre al 28 si tiene a Sassone- Ciampino il capitolo generale dell’ordine carmelitano.

Una preghiera per i convocati al capitolo perché possano ascoltare la voce del Signore,
per il bene di tutto l’ordine.

La nostra preghiera
Signore, tu hai scelto e chiamato ognuno di noi nella terra del Carmelo
per essere testimoni del tuo amore da una generazione all’altra.
In te riponiamo la nostra fiducia, sapendo che, con il profeta Elia,
possiamo proclamare che il Signore è il vero Dio,
cercando il volto del Dio vivente nel cuore del mondo.
Il tuo Spirito d’Amore ci guidi nel tuo futuro,
perché come quei primi tempi presso la fonte sul Monte Carmelo,
i fratelli e le sorelle dell’Ordine possano essere ancora rinnovati
nell’autenticità della vita e nella loro missione.
In comunione con tutta la Famiglia Carmelitana,
chiediamo che il nostro prossimo Capitolo Generale,
sotto la protezione della Madre di Dio,
sia benedetto per la fedeltà al tuo Vangelo,
e possa dare una risposta autentica di vita evangelica alla nostra chiamata
in mezzo al tuo popolo. Per Cristo nostro Signore. Amen.

Dall’Instrumentum laboris leggiamo:
C’era una volta una monaca trappista alla quale venne chiesto di parlare della comunità in cui viveva; la sua risposta fu: “Se fosse stato per me, non avrei scelto di vivere con queste donne, ma è stato Dio a scegliere loro perché vivessero con me”. In otto secoli di storia carmelitana, Dio ha scelto molti fratelli e sorelle santi – e a volte non così santi – chiamandoli a vivere insieme “in ossequio di Gesù Cristo”. Noi siamo parte di questa lunga storia, che ancora continua.
La scelta proviene primariamente dal Signore Dio. “Io ho scelto voi”. In questo momento storico, nella continua saga della nostra esistenza come Ordine religioso, ci fermiamo ancora una volta in tempo di Capitolo, per riflettere, valutare, discernere, contestualizzare, collocare noi stessi e la nostra missione in questo ventunesimo secolo del Signore.
Quando riflettiamo sul nostro modo di vivere, spesso si fa riferimento alla prima comunità cristiana di Gerusalemme (At 2, 44-47). Nel richiamare questo testo fondativo della vita comunitaria cristiana, siamo costantemente sollecitati a ritornare alle fonti del nostro modo di vivere in comunità e ai pozzi da cui attingiamo per soddisfare i desideri più profondi che ci abitano. Nel 1971 Thomas Špidlík, S.J. ha commentato meravigliosamente l’esperienza di questa prima comunità. (introduzione).

Seguiamo i nostri fratelli e padri in questo momento “rinnovativo” per tutto l’Ordine.

Visualizza tutti gli eventi Scopri →

Seguici su Facebook

Iscriviti alla nostra newsletter